Claim

25 MINUTI

2 GIOCATORI

8+ ANNI

Un trono senza re non può stare. E la scomparsa dell’attuale Re, morto in circostanze ancora da chiarire (e quantomeno strane visto che è stato trovato immerso in un barile di vino), ha liberato proprio quel posto. Se a sedersi sul trono sarai tu o il tuo avversario lo decideranno le fazioni di questo mondo: goblin, cavalieri, non-morti, nani e mutaforma.

In Claim i due giocatori dovranno lottare per avere il favore della maggioranza di queste cinque fazioni. In una prima fase cercheremo di reclutare seguaci. Un seguace conteso sarà mostrato al centro del tavolo e i due giocatori se lo contenderanno giocando una delle carte seguace presente nelle rispettive mani. Il primo giocatore gioca una carta a sua scelta e l’altro deve per forza rispondere con una carta della stessa fazione, a meno che non ne abbia. I cavalieri vincono comunque sui goblin. I mutaforma sono jolly, cioè valgono per qualsiasi fazione. Ottiene il seguace chi gioca la carta più alta. Le carte usate per contendersi il seguace vengono scartate, a parte i non-morti che vanno nel mazzo del vincitore con i seguaci conquistati.

Finita la prima fase composta di 13 turni, i giocatori prendono in mano il mazzo dei seguaci conquistati e cercano finalmente di ottenere “l’appoggio politico” per salire al trono. A turno giocano come prima, ma questa volta il vincitore guadagna le carte giocate (come se fosse una briscola, per intenderci). Unica eccezione in questa fase sono i nani. Vanno al perdente della mano e non al vincitore. Terminate le carte si passa ai punteggi: per ogni fazione chi ha più seguaci ottiene l’appoggio di quella fazione. Con l’appoggio di tre la partita è vinta.

Il gioco è un filler veloce ma per niente banale. Le piccole varianti alle due fasi fanno si che l’attenzione alle carte giocate sia sempre molto alta. La componente aleatoria è presente ma come in qualsiasi gioco di carte, quindi non vincolante. Le grafiche sono molto belle e spesso ci si ferma nelle prime partite ad osservare i disegni.

Quindi basta indugiare. Coraggio, intraprendenza, astuzia e le conoscenze giuste vi porteranno sicuramente a posare il sedere sullo scranno reale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...