Warhammer Quest -the adventure card game-

60 MINUTI

1-4 GIOCATORI

14+ ANNI

Appena sorpassate le torce che illuminano a mala pena l’ingresso di quella che sembra essere una immensa e umida grotta naturale sentite un fragore di roccia spaccata alle vostre spalle. Giusto il tempo di voltarvi indietro e la luce del giorno scompare dietro ad un cumulo di roccia grigia coperta qua e là da muschio verde e marrone. Inutile dire che appena il fragore delle rocce si calma alle vostre orecchie arrivano suoni sinistri di passi e versetti che vi rendono noto che la caverna è tutt’altro che abbandonata.

Ogni buon dungeon crawler (gioco in cui pochi avventurieri esplorano un dungeon cercando di uscirne vivi e arraffando il più possibile) ha un incipit di questo tipo. Warhammer Quest “the adventure card game” pur essendo un gioco di carte e dadi privo di mappe e miniature vuole portarci proprio in una atmosfera di questo tipo riproducendo “in piccolo” e con regole semplificate l’esplorazione e la conquista di una caverna infestata da numerose creature in tipico stile fantasy. Ogni incursione è gestita da un’apposita plancia che riporta la preparazione del set (carte stanza, nemici, carte esplorazione, tesori, boss del dungeon…) che sarà anche il display che gestirà i nostri progressi. Ogni round di gioco è composto da una fase di azione degli eroi, una fase di azione dei nemici e una di gestione dungeon. I nemici sono gestiti automaticamente (in modo ottimo) dalle carte stesse. La progressione da una stanza all’altra avviene ad esplorazione completata (sempre che i nemici ci permettano di girare indisturbati). La collaborazione col resto del party è fondamentale e con essa la scelta delle mosse da fare (che comunque avranno più o meno successo in base al tiro dei dadi nostri e dei nemici). Queste azioni sono fondamentalmente 4 e da un’incursione all’altra possono essere potenziate grazie alla gestione della modalità campagna che permette di far progredire la “storia” e l’abilità del nostro party.

Il gioco è piacevole e il livello di difficoltà è ben strutturato in modo da consentirvi di vincere solo ragionando molto bene le vostre mosse. Buona la progressione del livello di sfida rapportato alla crescita degli eroi, ma il gioco subisce un pò lo scotto del fatto che le 4 mosse di base rimangono quelle pur potenziandosi e alla lunga risultano ripetitive.

Tutto sommato un buon gioco che però consigliamo (parlando alle famiglie) solo a famiglie già rodate con giochi da tavolo o di carte. Riesce a rendere l’atmosfera e la sensazione di accerchiamento rendendo spesso difficile l’azione di esplorazione (per lo meno senza subire danni). Ottimo perché parliamo di un collaborativo e, aggiungo, perché può essere giocato anche in solitario se il resto della famiglia esce a divertirsi e vi lascia a casa perché avete l’influenza.

-Garnar! Fai qualcosa! Ne ho troppi addosso!

-Va bene, provo a scrollarmi di dosso questo orchetto e poi mi occupo di quel maledetto ragno troppo cresciuto che ci sbava addosso dal soffitto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...